Come può imparare qualcosa di diverso da sé stessa?

lunedì 28 luglio 2014

Ci sei, poi non ci sei più.

E' strano. Un giorno sei viva, e il giorno dopo sei morta. Così, in un nulla. Poche ore per passare dall'essere al non essere. Perché si può dire che ci sei comunque, per consolarsi, ma la verità è che non ci sei più.La verità è che sei scomparsa, e non passeggerai più per le strade. Non andrai più in bici o al mare. Non farai il primo bagno dell'estate. Non vedrai il diploma o la laurea dei tuoi figli. Non vedrai i tuoi nipoti crescere. Non ascolterai il vento sbattere contro le finestre. Non consolerai un bambino che piange. Non uscirai di casa indossando un vestito perché non sopporti i pantaloni.
Ci sono tante cose che non potrai fare, e il motivo è semplice: un giorno ci sei, e il giorno dopo non ci sei più. Così, puff, scompari. Come niente. E magari ci saranno tante persone a ricordarti, a tenerti un po' con noi, ma la verità è che non sei qui. La verità è che una malattia è bastata a farti andare via, e non esiste qualcosa che ti farà tornare. La verità è che sei scomparsa, e non si può fare niente. Si può andare avanti, pensando di poter essere il prossimo a scomparire. O non pensandolo, non aspettare che succeda, anche se accadrà comunque. La verità è che sei un fantasma, e non c'è nulla che possa cambiarlo.

Ci sei, poi non ci sei più. Un bel riassunto di come vanno le cose.

Nessun commento:

Posta un commento