Come può imparare qualcosa di diverso da sé stessa?

lunedì 28 luglio 2014

Le mie cicatrici. (Capitolo 2)


Ieri abbiamo passato la serata insieme, ma attorno alle undici Eric se n'è andato dicendo che sarebbe dovuto andare da Ash, o un'altra delle sue ragazze di cui non ricordo il nome.
Non che avessi voluto che rimanesse con me... Ma non mi sarebbe dispiaciuto. Non ho potuto fare a meno di pensarlo con una delle sue ragazze, a fare cose che con me non potrebbe mai pensare di fare.
Perché sono la sua migliore amica, sono come sua sorella. Ed è giusto così, credo.

Pomeriggio dovrei andare da lui per stare con i ragazzi, ma non sono sicura di sentirmela. Ogni tanto è come se volessi chiudermi in me stessa e non vedere nessuno. Ma i suoi sono appena partiti, e non ho voglia di lasciarlo da solo.
Quindi salgo in camera a cambiarmi, e infilo un paio di sandali comodi pur sapendo che probabilmente passeremo la maggior parte del tempo a giocare ai videogame ed esco di casa.
Prendo l'autobus alla fermata vicino casa, e in venti minuti sono da Eric. Quando suono sento dei passi dietro la porta, e mi apre... in boxer.
-Eric,- tento di non diventare completamente rossa e stare calma. -Perché non ti vesti?
-Mi stavo vestendo,- dice mentre si avvia per casa, -ma poi hai suonato.
Lo seguo al piano di sopra.
-Avresti potuto mettere un paio di jeans prima di venire.
Fa spallucce come se non mi stesse mettendo orribilmente in imbarazzo ed entra in camera sua. Certe volte non capisco proprio che pensa.
Entro dietro di lui, e rimango sulla porta a guardare quel casino che ha combinato.
-Mi spieghi da quando non metti a posto?
Ha infilato un paio di jeans, ma rinuncia a trovare una maglietta e si gira verso di me.
-Un po'.
Alzo gli occhi al cielo, come a cercare nel soffitto bianco qualcosa da dirgli.
-Muoviti, ché sistemiamo,- sospiro alla fine.
-Ma io...- Lo zittisco con uno sguardo, e inizia a raccogliere i vestiti sparsi per terra.

In mezz'ora abbiamo sistemato tutto, e tiro un sospiro di sollievo mentre mi lascio cadere sul letto e chiudo gli occhi appoggiata ai cuscini morbidi che abbiamo preso dal divano. Lui si sdraia accanto a me e mi tiene la mano. Gliela stringo anch'io, in uno dei pochi momenti in cui sono sicura che al mondo mi basta avere il mio migliore amico per stare bene.

Poco dopo suonano alla porta, e come al solito sono io la prima ad alzarmi per andare ad aprire. Quando scendo mi trovo davanti Bryan e Dan.
Dan ha capelli scuri e occhi scuri, mentre Bryan è più chiaro, anche se non quanto Eric.
-Mi devi dieci euro.- E' la prima cosa che dice Dan a Bryan quando mi vede.
Sbatto le palpebre un paio di volte. -Eh?
-Mi hai fatto perdere una scommessa,- mi dice Bryan imbronciato, passandomi davanti.
-E come ho fatto?
-Lui ha scommesso che saresti già stata qua, mentre io ho detto che saresti arrivata fra un po'.
-Ah.
Al piano di sù Eric è ancora senza maglia, e quando Bryan lo vede si gira subito verso di me con un sopracciglio alzato.

Poco dopo, mentre Dan e Eric giocano a Call of Duty, Bryan mi prende in disparte.
-Lauren,- mi chiama.
-Sì?- Sembra preoccupato, ma non riesco a capire il perché.
-Che stavate facendo tu e Eric prima che arrivassimo noi?
-Niente,- mi strofino gli occhi stanchi. -Abbiamo messo a posto qua. Perché?
-Perché lui era senza maglietta. E il letto era un casino.- Mi lancia uno sguardo di traverso, come ad aspettarsi che gli dicessi una cosa del tipo "Sì, ecco, abbiamo fatto sesso. Ma niente di che, stai tranquillo."
-Bryan, sei serio?
-Lo sai che se c'è qualcosa di più tra di voi puoi dirmelo, vero? Ne sarei felice.
Sembra sincero, ed è ironico. Come se ci potesse sul serio essere qualcosa di più tra me e Eric. Sono loro amica da sempre, ed è impossibile pensare di essere qualcosa di più per ognuno di loro.
E' impossibile pensare di essere più di un'amica per chiunque, considerando il mostro che sono.
-Ma per favore..- alzo gli occhi al cielo per la seconda volta in poche ore, poi raggiungo Dan e Eric e inizio a giocare con loro.

1 commento:

  1. Credo che Lauren dovrebbe apprezzarsi un po' di più!
    Comunque sei sempre bravissima ❤️

    RispondiElimina