Come può imparare qualcosa di diverso da sé stessa?

sabato 20 settembre 2014

Le mie cicatrici. (Capitolo 17)


Ad un certo punto le lacrime sembrano fermarsi, ma la vista è ancora annebbiata. La sensazione del viso di Eric sulla mano non se ne vuole andare, e mi fa più male che bene. Perché se prima non ne ero sicura, adesso so che si è allontanato definitivamente, e non sarà mai più mio, nemmeno un po', nemmeno come amico, nemmeno come fratello.
Nemmeno come la persona che più amo al mondo.
O forse sì, perché non posso fare a meno di amarlo, in un modo o nell'altro.

Credo sia passata più o meno una mezz'ora quando mi alzo e inizio a camminare. Non so perché lo faccio, forse non ho un motivo preciso. Forse non riesco semplicemente a stare ferma, a pensare che non sto facendo niente nonostante abbia appena perso il mio migliore amico. O forse così mi illudo di stare camminando verso lui, e non verso il nulla.
Ma in realtà continuo a camminare a vuoto, e mi ritrovo sulla stessa panchina su cui mi sono seduta giorni prima, quando ho incontrato Kevin. E mi balena in mente che in realtà ho perso anche lui, che anche lui probabilmente non vuole più vedermi perché è arrabbiato con me. Perché ho preferito Eric a lui, e ho perso entrambi.
Resto seduta ancora per un po', e ad un certo punto le lacrime ricominciano a bagnarmi il viso. E stavolta non si fermano, ma iniziano a scuotermi i singhiozzi, che dopo alcuni minuti sono così forti che inizia a farmi male la pancia, e quando si contrae ho paura che le ferite si riaprano. Ma in un certo senso non m'importa, perché a nessuno importa di me, perché sono sola.
Chiudo gli occhi e poggio la testa sulle ginocchia, come a volermi tenere insieme, come ad evitare di cadere a pezzi. Come se fossi un bicchiere appena caduto a terra e stessi cercando di rimettere insieme i pezzi senza neppure provare a farli combaciare, senza neppure usare un po' di colla.
Dev'essere passato un po' di tempo quando i singhiozzi si calmano e sento dei passi lungo il vialetto. Questa volta alzo la testa, perché, a dispetto di tutto, m'importa sapere chi si troverà a vedermi in questo stato. E a superare la curva del vialetto è Kevin, che non sembra per niente stupito di vedermi.
-Ti ha abbandonata?
Cerco di rispondergli, di rispondere a quel tono ironico, ma la vista si fa di nuovo sfocata e riprendo a singhiozzare.
-Hey, no...- Si viene a sedere accanto a me e mi stringe a lui, e io non posso fare a meno di singhiozzare più forte. -Shh.. Non lo merita.
-Sì che lo merita,- dico tra i singhiozzi. -Mi è sempre stato vicino, e io... e io...- non riesco a continuare, e riprendo a piangere.
-Shh, ci sono io.
Ma non mi basta, non ora, e forse non mi basterà per tutta la vita. E sarebbe bello abbandonarmi, ma non ci riesco, non ci sono mai riuscita, quindi mi alzo e vado via.
Cammino fino a casa ignorando gli sguardi della gente che mi passa accanto, ignorando i rumori che mi circondano e qualunque cosa non sia la strada che ho davanti. Apro la porta e non posso fare a meno di correre per le scale, come se arrivare pochi secondi prima in camera posa fare la differenza.
Ma non la fa, perché quando mi getto sul letto la sofferenza è la stessa, e il groppo che mi blocca il respiro non se ne va, e questa cosa non mi stupisce per niente, perché è il minimo che mi merito.

4 commenti:

  1. Mi piace molto lo stile con cui scrivi,è piuttosto incalzante! La storia mi piace molto,anche se non mi rispecchio molto nella protagonista,forse per questo suo farsi del male da sola.. Comunque facci dei capitoli piu lunghiiii,appena ci sta qualche colpo di scena il capitolo finisce! ti consiglio di allungarli un pochino
    comunque ti faccio i miei complimenti,haii davvero talento :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, mi fa sempre piacere sentire i vostri pareri! Mi piacerebbe dirti che i capitoli sono corti per qualche motivo in particolare, ma la verità è che in questo periodo sono piena di cose da fare, e non ho molto tempo per scrivere e quindi per scrivere dei capitoli un po' più lunghi! Comunque ho intenzione di dedicare tutta stasera a scrivere, quindi spero di riuscire ad accontentarti!
      Grazie mille, ma in realtà spero di migliorare ancora e arrivare ai livelli delle scrittrici che amo :)

      Elimina
  2. Anche a me la storia piace tantissimo e controllo sempre se ci sono nuovi capitoli!!! Per favore scrivi al più presto: sono ansiosa di sapere cosa succederà alla nostra Loe!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non potete immaginare quanto sono felice nel leggere che vi piace quello che scrivo! Pubblico subito il capitolo 18, spero vi piaccia :3

      Elimina