Come può imparare qualcosa di diverso da sé stessa?

martedì 16 dicembre 2014

Solo Amici. (Scena Singola)

Il vagone del treno è silenzioso, e l'unico rumore che si sente è il respiro dei due ragazzi. Lui le porge il grosso anello con l'incisione, e lei non può fare a meno di sorridere.
-Ho pensato che ti sarebbe piaciuto.
-Infatti, è bellissimo.
Lui glielo mette all'indice, perché è troppo grande per le altre dita. -Grazie.
Si sorridono, ma invece di lasciarle la mano lui intreccia le dita a quelle di lei.
-Noi siamo amici, vero?
Lei annuisce.
-E rimarremo amici qualunque cosa accada?
Annuisce ancora, ipnotizzata dagli occhi di lui.
-Anche se facessi questo?- si china verso di lei e la bacia. Non è un vero bacio, ma un leggero contatto tra le loro labbra. Si tira indietro, lasciando però solo pochi millimetri.
-Certo,- mormora stavolta lei. Quell'unica parola resta tra le loro labbra, nell'aria che respirano entrambi.
Le labbra di lui tornano sulle sue, questa volta più decise. All'inizio restano morbide, ma poi le socchiude, e lei fa lo stesso, e non c'è più nulla di morbido. Il ragazzo la prende dalla vita e lei si ritrova a cavalcioni su di lui. Il bacio in qualche modo si fa più intenso, ed entrambi dimenticano di pensare alle conseguenze, a ciò che potrebbero rovinare. Perché è il loro momento, e sanno che non c'è nulla di più importante al mondo.

Quando sentono che la voce registrata nomina la loro fermata, in qualche modo entrambi si riscuotono da quella trance che non avrebbero mai voluto lasciare. Lei si sposta subito per sedersi accanto a lui, dov'era prima, e con un gesto assente si sistema i capelli.
-Siamo amici,- mormora.
-Amici,- ripete lui, come se dovesse essere sicuro di crederci, o come se volesse una qualche conferma che non gli arriva.
Il treno rallenta fino a fermarsi, e lei si alza per prima.
-Ti voglio bene,- dice alla porta, forse un po' sperando che lui non la senta.
-Ti voglio bene anch'io,- le risponde però il ragazzo.
Scendono dal treno in silenzio e lui la accompagna a casa. Continuano a tenersi stretti un'amicizia che ha senso solo per loro, o che, forse, non hanno il coraggio di lasciare.
Ma ancora per poco, forse.



*L'anello è quello dei Morgenstern (chi ha letto Shadowhunters può capirmi), e la ragazza in questione è una fangirl, non Clary, in quanto questa non è una fanfiction.

7 commenti:

  1. BIo sono un po' di parte, ma ragazzi! Vale sei sempre più brava!

    RispondiElimina
  2. Ciao Valentina, mi piace come scrivi. Vai avanti cosí, sei bravissima. Sei capace di attirare l'attenzione con poche righe, immagina con un libro intero! Sarei molto felice se pubblicassi un seguito a questo racconto. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Suada (Sei straniera?), grazie mille. Esageri, ma spero tanto che tu abbia ragione :') Ho in mente da un po' un'altra scena che nella mia testa fa parte della stessa storia, il problema è trovare il tempo di scriverla e quindi pubblicarla!
      Spero tanto che leggerai il mio libro allora ;)

      Elimina
    2. No non esagero! Puoi contarci che leggeró il tuo libro! Al tempo, purtroppo, non possiamo farci niente. Va avanti anche quando desideriamo che si fermi! (sono albanese) Spero tu abbia tempo al più presto :)

      Elimina
    3. Non ne sono sicura, ma grazie! Allora spero che ti piacerà! Questo è certo, ma a volte si vorrebbe poterlo fermare, almeno per un po'!
      Lo spero anch'io, magari febbraio mi darà una pausa dalle interrogazioni!

      PS:Attendo i tuoi pareri anche sulle altre storie ;)

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina