Come può imparare qualcosa di diverso da sé stessa?

mercoledì 6 aprile 2016

Ti allontani, e ti accorgi che sei solo.

Stamattina mi sono alzata con in mente questa poesia, così sono andata in giro alla cieca (letteralmente, giuro che senza occhiali non ci vedo) alla ricerca di un foglio e una penna, prima di ricordarmi del quadernino con la penna che tengo sempre accanto al letto per questi casi (e di cui puntualmente mi dimentico) e prenderli per scriverla. Mi ero già dimenticata metà delle cose, ma qualche riga si è salvata e ho tentato di ricostruirla al meglio. E dopo questo preambolo completamente inutile, ecco la poesia.

Non lo sai
cosa succede
quando ti allontani
piano piano
e ti guardi intorno
e ti accorgi
che sei solo.
Non lo sai come succede.
Sai che
continuavi a dire "Vai via"
senza aspettarti succedesse.
Senza aspettarti
che gli altri voltassero le spalle.
O semplicemente si fermassero
per lasciarti andare avanti da sola.
Non ti aspettavi
si arrivasse a questo.

Non ti aspettavi
di trovarti sola
con le tue paure.

A pensarci bene potrei aver fatto qualche incubo dato il finale strano. Ma non ne sono sicura, è raro che ricordi i miei sogni. Ora vado sul serio a studiare. E a preparare una poesia per un concorso, perché ho buttato giù tre o quattro versioni ma non c'è nessuna che mi piaccia abbastanza. Vorrei proprio vedere come riesco a farcela entro stasera.

Nessun commento:

Posta un commento