Come può imparare qualcosa di diverso da sé stessa?

lunedì 18 luglio 2016

Buongiorno a tutti e Bentornata a me!

Buongiorno a tutti e un bentornata a me!
Come sapranno quelli di voi che mi seguono anche su facebook, martedì scorso ho dato l'esame orale, per cui in teoria sono ufficialmente matura! Avevo in mente di finire l'esame e, dopo essermi riposata e quindi ripresa dallo stress ecc..., ricominciare subito a scrivere e pubblicare qualcosa. E, come potete immaginare, ci ho provato. Solo che sono ancora presa dall'esaurimento post-esame e quindi non riesco a concludere nulla di decente. Scusatemi *si rannicchia nel suo dispiacere*
Sto anche cercando di leggere qualcosa, ma l'unico libro che sono riuscita a concludere è stato un fantasy che amo da morire e che ormai ho letto abbastanza volte da anticipare ogni parola, o quasi. Al momento sto cercando di leggere il secondo della saga, che ho lasciato a metà stamattina e spero di poter concludere nel pomeriggio, e nelle ultime settimane ho iniziato un libro di Zafón (anche se devo ammettere che è un altro di quelli che ho già letto ma amo troppo per non rifugiarmici ogni tanto), le poesie di Baudelaire, I Sommersi e i Salvati di Primo Levi, L'interpretazione dei sogni di Freud, e Il rosso e il nero di Stendhal. E non sono riuscita a finirne neppure uno. A proposito, lo sapevate che Stendhal è uno pseudonimo e in realtà lo scrittore si chiamava Marie-Henri Beyle? Okay, evito di divagare. Anyway, spero di riuscire a finirli nel corso dell'estate. E magari a leggerne anche qualcun altro. So che sembro ottimista, ma magari mi passa questo blocco e posso riprendere col mio solito ritmo di lettura che, credetemi, non è cosa da poco. Ah, dimenticavo. Mi è anche arrivato (un po' di tempo fa, ma non ho avuto il tempo di pensarci a causa degli esami) un libro dalla Harpercollins. Il titolo è La sorella del re e mi piace molto la scrittrice, Anne O'Brien, tanto che sul blog su cui recensivo l'ho anche intervistata. E il fatto che lei sia stata gentilissima e abbia risposto volentieri a tutte le mie domande non ha che migliorato la buona opinione che già ne avevo. Tornando al libro, la casa editrice è stata così gentile da mandarmelo nonostante da un po' avessimo perso i contatti, così nel corso dell'estate voglio riuscire a leggerlo e parlarvene un po' qua sul blog insieme a qualche altro libro che (spero) mi colpirà (in positivo). Ho gusti un po' difficili, lo devo ammettere, ma quando un libro mi piace non faccio fatica ad esaltarne tutti i lati positivi.
Comunque, tornando alla scrittura. Come fate a leggermi se non riesco a starmi dietro neanch'io con tutte le volte che mi perdo a parlare di altre cose? Questa settimana, a partire da domani, passerò qualche giorno fuori, quindi conto di riposarmi e appena tornata farvi leggere qualcosa di spero decente. Al momento ho in corso di scrittura... troppe cose. La Protagonista, con Camomilla e Kye in una situazione piuttosto difficile, mi sta continuando ad aumentare di volume in testa. Ci sono un paio di cose su cui sono in dubbio, ma ho le linee generali ben tracciate, per quanto possano esserlo con una distratta come me. Non mi dilungo per non farmi scappare troppe cose.
Pooooooooooi... Ah, sì. Sto scrivendo una specie di rivisitazione de La Casa Maledetta (qua i capitoli inclusi del seguito e qui il pdf da scaricare). Sono a metà e penso che potrei finirlo piuttosto in fretta se solo avessi la concentrazione necessaria. Anche perché ho completato quella prima parte nel giro di un mezzo pomeriggio scarso, una serata (e la mia serata quando si parla di scrittura consiste in quell'ora tra le undici undici e mezza e l'una, le due, o il momento in cui comunque non riesco più a tenere gli occhi aperti, che può arrivare alle quattro di mattina) e dieci minuti della mattina dopo. Lo sprint prima di essere definitivamente a pezzi, in sostanza. Non ci sono cambiamenti sostanziali nella trama, ma mi concentro di più sul thriller che sul soprannaturale. E ovviamente cambia lo stile di scrittura, dato che ho notato che mi sono evoluta(?) almeno un po' da quando l'ho scritto. Spero in meglio, ma non sono sicura. Tendo a concentrarmi di meno sulle descrizioni, credo, e di più sulle azioni. Il mio obiettivo è fare una media equilibrata delle due cose, col tempo vedremo se riesco.
Tra le altre cose sto continuando La Storia di Noi, che è probabilmente quello che ha raggiunto le dimensioni maggiori, un thriller, un distopico, un altro paio di fantasy e robe varie che ancora non hanno realmente una trama ma solo qualche vago tratto. Ultimamente mi piace creare personaggi particolari, solo che finiscono per fare a modo loro e io ad un certo punto mi guardo intorno (metaforicamente parlando) e mi chiedo dove siano quelli che avevo progettato all'inizio. Va bhe.
Vorrei continuare a scrivere e dimostrarvi quanto posso essere logorroica, ma mi chiamano da mezz'ora (letteralmente, non lo sto usando come modo di dire) per pranzo, quindi mi conviene scappare. Anche perché avranno già iniziato. Spero di riuscire a tornare al più presto, anche se come vi ho detto non prima di questo fine settimana.
Buona giornata e buone letture e buone vacanze a tutti!

Nessun commento:

Posta un commento