Come può imparare qualcosa di diverso da sé stessa?

sabato 23 luglio 2016

Toccata e fuga!

Ciao a tutti! *saluta con la manina*
In realtà non ho niente da dire, ma mi andava di passare a scrivere qualcosa. Sono tornata ieri pomeriggio da Bologna e dopo una notte di riposo mi sento più fresca. Non che mi sia stressata molto in viaggio, ma penso che in un certo senso dormire fuori di casa stanchi a prescindere. E poi oltre ad aver fatto il test ho camminato molto e ho passato parecchie ore in macchina (Calabria-Bologna, sono sicura che anche chi non è un mito in geografia come me ha una vaga idea del fatto che non sono troppo vicini) e insomma sono stanca, scuse a parte. Però sono anche piuttosto soddisfatta perché sono stata in fumetteria, e insomma ormai avrete capito che la mia passione per i manga continua a crescere. Tra l'altro avevo letto sulle recensioni che era la fumetteria più grande di Bologna, quindi sono entrata aspettandomi tanti manga. E invece non ce n'erano. Ho girato per tutta la stanza perché comunque anche i fumetti italiani e americani eccetera non sono male, ma volevo vedere qualche manga. Così quando sto per farmi prendere dalla disperazione chiedo alla cassiera, che mi dice che avevano un'intera sala dedicata ai manga. Ho varcato quella porta e non ho potuto fare a meno di stare una cosa come trenta secondi a guardarmi intorno commossa tra manga, action figures, poster e robe varie. Ad un certo punto il cassiere mi ha risvegliato dalla mia confusione con un "Hai bisogno
di qualcosa?" e io con molta nonchalance ho detto che mi stavo solo guardando intorno. Insomma, dimostro ovunque quanto io sia sveglia e attenta e non mi distragga facilmente. Comunque ho passato un po' di tempo lì a girare tra i manga, finché non è arrivato papà a chiedermi se mi ero persa, e alla fine ho preso solo quattro volumi. Non avete idea di quanto la cosa mi abbia fatto soffrire, ma avrò tempo per recuperare. Comunque ho preso il primo volume di Death Note, un manga stupendo che ho letto tempo fa ma ho finito per abbandondare ad un certo punto perché dei miei amici molto amorevolmente mi hanno spoilerato la fine ed ero a pezzi, i volumi tre e quattro di Tokyo Ghoul, di cui amo il quattro in particolare perché sulla copertina c'è Shu, che è uno dei miei personaggi preferiti e viene presentato proprio in questi capitoli ed insomma è troppo carino, e poi il numero 13 di Maid-sama, che è uno dei pochi shoujo che mi piace semplicemente perché è simpatico, carino, leggero e adoro i personaggi che costruisce l'autrice.
Ooooooora vorrei scrivere qualcos'altro ma pare che oggi tocchi a me preparare il pranzo, quindi scappo. Spero di tornare al più presto per farvi leggere qualcosa di carino, un bacio e buona giornata a tutti!

PS: So che sembra che io mi sia dimenticata che domani il blog compie due anni, ma in realtà sto solo cercando di prepararvi una sorpresa davvero carina e degna di nota.

Nessun commento:

Posta un commento