Come può imparare qualcosa di diverso da sé stessa?

mercoledì 19 ottobre 2016

Un'Altra Storia - Parte 3

Bhe, se non si era capito Kevin ed Eric (dovrò trovare un nome per la ship... ma mi affido a voi perché sapete che non sono brava in queste cose) mi hanno preso parecchio. E adesso dovrei essere ancora sui libri a studiare russo, ma come regalo di compleanno a me stessa (lo facevo ieri tecnicamente, il diciotto) ho deciso di fare qualcosa che mi piaceva. Quindi ho riposato un po' perché la mancanza di sonno e orari regolari con me si fa sentire parecchio, e poi quando era quasi mezzanotte mi sono messa a scrivere. Ed insomma, eccovi il "capitolo".
Buona lettura bellezze!

PS: Devo ancora modificare la grafica e l'About me, I know, ma al momento non so neanche cosa sia il tempo libero. I pochi sprazzi li uso per pubblicare qualcosa qui, e come vedete sono moooooolto pochi. Non credete a chi dice che all'università potete organizzare il vostro tempo come volete.

sabato 15 ottobre 2016

Un'Altra Storia - Parte 2

Ho appena realizzato che la mia vita è un continuo ciclo di ritmo sovrumano- stress- crollo per lo stress- ripresa dal crollo- ritmo umano- ritmo sovrumano- stress e così via. Ora sono nella fase di ripresa dal crollo, for the record. Però nel complesso non credo sia molto sano.
Comuuuuunque, più tardi vado alla festa del cioccolato sui Navigli con delle ragazze conosciute in uni, ma prima volevo fermarmi un attimo a scrivere qualcosa su Eric e Kevin. Non c'è un motivo particolare, solo che sotto la doccia stavo pensando a quanto fosse bello e difficile il loro rapporto e a quanto poco si capiscano nonostante siano due ragazzi che abbiano perso la stessa persona amata. Voglio dire, questo dovrebbe portarli ad avvicinarsi, ed invece entrambi si sentono in colpa e finiscono per tentare di allontanarsi ancora di più l'uno dall'altro. Ma è meglio spiegarvelo con le loro parole.

lunedì 3 ottobre 2016

Parliamo di... libri da amare!

Bonsoir bellezze! Vi va di parlare un po' di libri? Premetto che è la prima volta che lo faccio senza avere davanti i volumi che ho letto e quindi potermeli rigirare un po' mentre ne parlo, ma come potete immaginare non potevo portare una decina di libri in valigia insieme ai vestiti e tutto, quindi ne ho portati giusto cinque, di cui tre non ancora letti, uno in corso di lettura (ma che ho finito in viaggio, infatti ve ne parlo in questo post) e uno che è la raccolta di alcune poesie di Emily Dickinson da cui non potevo proprio separarmi, dato che è il mio anti-stress nei periodi di studio intenso. Già il fatto che ho lasciato Orgoglio e Pregiudizio mi fa soffrire, ma conto di potermene procurare un'edizione figa in lingua originale per compensare un po'. Anche se voglio comunque un'edizione figa (in lingua originale ma magari con testo a fronte) delle poesie della Dickinson, eh. Anyway, dicevo... Vi parlerò di tre libri in questo post e altri tre nel prossimo, in modo da evitare di scrivere un solo post troppo lungo che finisce per diventare noioso. E devo ammettere che sto temporeggiando perché non so quali libri scegliere per questo post. *chiude gli occhi e si decide*
Vi parlo di The Memoirs of Sherlock Holmes, I sommersi e i salvati, e La Sorella del Re.
Sono libri molto diversi tra loro, ma questo non toglie che mi siano piaciuti tutti e tre. Il che è molto raro, e conoscendo quanto io sia difficile potete immaginarlo.