Come può imparare qualcosa di diverso da sé stessa?

domenica 22 gennaio 2017

Dolore e vuoto e nulla e tutto.

Incredibile.
Ho messo un punto
(punto fermo, l'ho finita con i punti e virgola)
e tu sei ancora lì.
Non ti sei accorto di nulla.
E, sarò sincera,
è questa la cosa peggiore,
la cosa che mi urta di più.
Perché non ti importava abbastanza,
sei là perché
ti va,
non per me.
Magari lo senti come il tuo posto,
ci sono altri attorno
e non me ne accorgo.
Ma è questa la cosa peggiore:
non il dolore di quell'istante,
(che, appunto, un istante è durato)
non il vuoto che è seguito,
che sta ancora qua.
Sapevo che il dolore
sarebbe arrivato.
Il vuoto...
sarò sincera,
non me lo aspettavo.

È stata una sorpresa
quel non sentire nulla
che mi è imploso dentro.
Ma l'indifferenza,
il non-abbastanza,
l'apatia..
Cosa c'è di peggio?
Come si combatte?

Il fatto che non ti importava.
che ho messo un punto
e non l'hai notato,
che ho il vuoto dentro
e non te ne accorgi.
È peggio di dolore e vuoto e nulla e tutto.

Nessun commento:

Posta un commento