Come può imparare qualcosa di diverso da sé stessa?

domenica 19 febbraio 2017

Attimi. (distorti)

Piccola poesia delle 00:12.
Trovo che vada letta correndo, forse perché è così che l'ho scritta.

Attimi
Catturati
Scattati
Bloccati
Fermati
Come se potessero
Rimanere per sempre.
Attimi bloccati in un’immagine,
come se vi si potesse rivedere quel momento,
ciò che è successo,
quell’emozione che,
immobilizzata lì dentro,
non tornerà più.
E non è vero che la potrai rivedere
Perché un ricordo,
dicono,
non è mai abbastanza reale.
E non è vero che la potrai rivivere,
perché quel ricordo è passato
e non tornerà più
e non sarà più
e tu non sarai più
la persona di quel momento
e chi ti stava vicino
non sarà più la persona di quel momento.
E quando vi rivedrete
e cercherete di ripetere quell’attimo,
quell’azione,
quell’emozione indimenticabile,
sarà tutto distorto.
Sarà tutto uno specchio deformato,
di colori in bianco e nero,
di vita sbagliata, storta,
che è già stata e non dovrebbe essere più.
Sarà tutto lontano,
una forzatura,
e ve ne accorgerete
e piangerete i tempi andati,
perché non vi siete fermati a viverli
ma avete cercato di fermare loro
e vi accorgere che non si può fermare il tempo
ma che avreste dovuto seguirlo
col vostro passo, sì,
accordandolo al suo,
che è eterno e non si ferma per nessuno.

Attimi bloccati,
distorti,
deformati da un obiettivo,
che vorrebbe fermarli e invece li allontana da voi.
Attimi persi per strada,
quando avreste voluto dovuto necessitato di tenerli stretti.

Nessun commento:

Posta un commento