Come può imparare qualcosa di diverso da sé stessa?

mercoledì 22 marzo 2017

Punto 2 - Writing Challenge

Buongiorno bellezze!
Sono in università, per cui potrete immaginare quanto mi sento in colpa a scrivere qui, ma dato che ho già studiato un po' di linguistica e giapponese ho pensato di potermi prendere un attimo per tentare di soddisfare il punto 2 della Challenge, ed è stato più veloce di quanto pensassi. Anche se non posso dirmi sicura di averlo fatto bene, specialmente perché Vero non l'ha ancora letto, ma ci ho provato. La consegna (feels a lot like scuole elementari) era
Descrivi un cibo senza usare il senso del gusto.
Il testo che ne è uscito fuori è il seguente.

Giallo, un po’ meno di un pulcino ma un po’ più di quei muri sbiaditi delle case sul mare del sud. Cremoso come della panna, come uno yogurt, come un qualcosa di morbido che non è. Si scoglie al sole, al caldo, all’atmosfera esterna come se non fosse fatto per esistere, per esistervi. Come se non fosse fatto per essere al di fuori della sua bolla di ghiaccio che tanto bolla non è. Come se fosse fatto per stare su quella cialda, vicino a qualcosa di simile con un altro colore, ma per poco tempo, per pochi minuti, perché poi va finito e devi finirlo, altrimenti si scioglie e scivola ovunque e macchia qualunque cosa. Come se fosse fatto per esistere per un tempo effimero che lo rende poco conservabile all’aria aperta, ma ancora più buono mentre lo mangi di fretta sperando di non sporcarti e di non sporcare nulla.
Gocciola sul tavolo in macchie che sembrano sempre più chiare, gocciola sull’asfalto evaporando al caldo, facendo sembrare che l’asfalto stesso stia per evaporare.
Ti si scioglie in bocca, lasciandoti solo una vaga rimembranza di quel sapore.

Che cos'è? Spero ci siate arrivati, altrimenti dovrei ammettere di sbagliato completamente. Comunque, sto parlando di un bel gelato al limone. Amo il limone, per la cronaca, quindi avrei voluto descrivere anche quel gusto un po' acidulo che lascia, ma dato che era proprio quello da evitare me lo sono tenuto per me. Spero di aver fatto bene, altrimenti vorrà dire che lo riscriverò o che mi sarà tolto un punto (?).
Ora vi lascio e torno a sistemare gli appunti di cultura giapponese. Quant'è triste che in qualunque momento c'è qualcosa da studiare? 
Aspetto sempre con ansia i vostri commenti! Fatemi sapere se la challenge vi pare interessante, se avete qualche consiglio da darmi, o se c'è qualche lettura che in questo periodo vi sta emozionando... Insomma, lo sapete. Un po' di tutto. 
Buon pomeriggio meraviglie <3 

Nessun commento:

Posta un commento