Punto 10 - Writing Challenge

Buongiorno bellezze! Come avrete notato sono saltata al punto 10 della Challenge. Non riesco a fare il 9, davvero. Anche la mia voglia di uscire dalla comfort zone ha i suoi limiti. Però anche questo mi pare un passo avanti. Spero. Anyway, la consegna era
Cinque tue paure.

1. Non riuscire più a stare da sola. È sempre stato importante per me avere i miei spazi, i miei momenti per me stessa anche quando sono in mezzo agli altri, e ora che ho accanto persone che mi piacciono, con cui mi trovo bene, ho paura di perdere i miei momenti per me stessa a favore di quelli con gli altri. Non che non voglia stare con loro, ma non voglio neanche dipendere da qualcuno per stare bene. Una cosa è il farmi piacere stare con i miei amici, un'altra non riuscire a stare bene se non quando sono con loro.
E non sento che sia una cosa che sta accadendo, ma appunto vorrei evitarla anche in futuro.

2. Aprirmi del tutto con le persone. (E non credo che questa abbia bisogno di un'ulteriore spiegazione.)

3. Ultimamente sto cercando di leggere/ascoltare in audiobook libri di quelle che sono sempre state tra le mie autrici preferite, ma per qualche motivo nessuna riesce a prendermi. O meglio, mi prendono ma non mi piacciono abbastanza. Rivelo errori, i colpi di scena non mi stupiscono perché pensavo sarebbero capitati da almeno cento pagine, ci sono buchi di trama o qualche frase non è espressa al meglio… Insomma, non mi piacciono abbastanza e certe volte ho davvero paura di non riuscire più a leggere quei libri più "leggeri" che mi hanno avvicinato effettivamente alla lettura e a tante cose che per me sono ancora importanti. Ho bisogno di libri un po' più consistenti per farmi prendere (ho finalmente ripreso Il Rosso e Il Nero e Paradise Lost e mi piacciono entrambi), ma non voglio perdere quelli che erano dall'inizio il mio modo per sfuggire alla realtà.

4. Perdere i principi e le passioni che per me sono sempre state importanti. Da quando sono all'università sto crescendo, sto vedendo tante cose diverse che continuano a farmi dubitare di molto di ciò in cui credo, ma questo può essere positivo quanto negativo, perché credo che a nessuno piaccia vedere i propri pilastri che in un modo o nell'altro vacillano.


5. Perdere tempo. Non nel senso di una mattinata a fare nulla, ma di ritrovarmi fra cinque anni e realizzare di non aver concluso nulla di quello che avrei voluto, di tutte quegli obiettivi che mi sono sempre prefissata.

6. (Dovevo aggiungerla, perché per me è importante) Non riuscire a fare una differenza.

Comments